Cercemaggiore

AMHS_Shield_Molise

By Nancy DeSanti


Province of Campobasso, Region of Molise

The ancient town of Cercemaggiore is located about 12 kilometers southeast of Campobasso. It has approximately 3,717 inhabitants known as Cercesi.

The name derives either from Quercus Maior (meaning big oak) or from the Arabic “cerce,” meaning “rock.” It has been inhabited since pre-historic times, then was a center of the Samnites, a fierce, warlike Italic people who fought courageously against the Romans before being conquered. The town was also occupied by the Saracens and later, in the 11th century, by the Normans.   All these various populations left their traces in the monuments and the culture. Nowadays the town is a favorite starting point for those who love trekking and horseback riding along the ancient tratturi of the Sannio.

Panoramic view of Cercemaggiore
Credit: Turismo in Molise

From its elevated position, Cercemaggiore overlooks the Tammaro Valley, the Matese and the Majella, and southwards as far as the Mountains of the Salerno area. One of the main attractions of Cercemaggiore is the parish Church of Santa Maria della Croce, restored in the late 16th century and again after an earthquake in 1807. The church features paintings by Benedetto Brunetti from Oratino, a 17th century painter. Other places of interest are the Castle and also the Church of Santa Maria da Monte, on the top of the nearby Monte dell’Assunta.  The church was built on the site of a pagan temple.

Also worth seeing is the Church of Santa Maria della Libera, located 2 kilometers from the town.  The church was built in 1412 in the Romanesque style and has been a favorite destination of pilgrims, containing fine works of art, such as a wooden statue of San Vincenzo Ferreri made in the 18th century by Paolo Saverio di Zinno from Campobasso.  Visitors can also see a painting of Madonna di Costantinopoli by Tommaso Guarino; as well as another painting of the Virgin Mary and Saints from, 1612, made by Sebastiano Pasquale from Capua.  Near the altar are two impressive ancient Roman stone lions.

Church of Santa Maria della Libera
Credit: Primo Piano Molise

What to See

  • Church of Santa Maria della Croce
  • Church of Santa Maria da Monte
  • Church of Santa Maria della Libera
  • Castle
  • Summit of Monte Saraceno, with a wide view on the surrounding areas

Important Dates

  • September 11 – Feast of San Vincenzo, the patron saint
   

   

Italiano

   
AMHS_Shield_Molise

Tradotto da Ennio Di Tullio

Provincia di Campobasso, Regione Molise

L’antica città di Cercemaggiore si trova a circa 12 chilometri a sud est di Campobasso. Conta circa 3.717 abitanti conosciuti come Cercesi.

Il nome deriva o da Quercus Maior (che significa grande quercia) o dall’arabo “cerce”, che significa “roccia”. Abitato fin dalla preistoria, fu poi centro dei Sanniti, popolo italico feroce e bellicoso che combatté coraggiosamente contro i Romani prima di essere conquistato. Il paese fu occupato anche dai Saraceni e successivamente, nell’XI secolo, dai Normanni. Tutte queste varie popolazioni hanno lasciato le loro tracce nei monumenti e nella cultura. Oggi il paese è un punto di partenza privilegiato per gli amanti di escursionismo e delle passeggiate a cavallo lungo gli antichi tratturi del Sannio.

Dalla sua posizione elevata Cercemaggiore domina la Valle del Tammaro, il Matese e la Majella, e a sud fino ai Monti del Salernitano. Una delle principali attrazioni di Cercemaggiore è la Chiesa parrocchiale di Santa Maria della Croce, restaurata alla fine del XVI secolo e nuovamente dopo un terremoto nel 1807. La chiesa conserva dipinti di Benedetto Brunetti da Oratino, pittore del XVII secolo. Altri luoghi di interesse sono il Castello e anche la Chiesa di Santa Maria da Monte, sulla sommità del vicino Monte dell’Assunta. La chiesa fu costruita sul sito di un tempio pagano.

Da vedere anche la Chiesa di Santa Maria della Libera, situata a 2 chilometri dal paese. La chiesa fu edificata nel 1412 in stile romanico ed è stata meta prediletta dei pellegrini, custodisce pregevoli opere d’arte, come una statua lignea di San Vincenzo Ferreri realizzata nel XVIII secolo dal campobassano Paolo Saverio di Zinno. I visitatori possono inoltre vedere un dipinto della Madonna di Costantinopoli di Tommaso Guarino; oltre ad un altro dipinto della Madonna e Santi del 1612, opera del capuano Sebastiano Pasquale. Vicino all’altare ci sono due imponenti leoni di pietra dell’antica Roma.

Attrazioni del luogo:

  • Chiesa di Santa Maria della Croce
  • Chiesa di Santa Maria da Monte
  • Castello
  • Sommità del Monte Saraceno

Date da ricordare:

• 11 settembre – Festa di San Vincenzo, patrono

Sources:
https://en.wikipedia.org/wiki/Cercemaggiore
https://www.italyheritage.com/regions/molise/province-campobasso/cercemaggiore.htm
https://www.italymagazine.com/cercemaggiore

May/June 2022

Leave a Reply